Viaggi di Elena

È ben difficile, in geografia come in morale, capire il mondo senza uscire di casa propria. (Voltaire)

Mangiare a New York

Mangiare a New York, città con un immenso panorama gastronomico.
I consigli dei genitori premurosi sono sempre quelli… “mi raccomando non mangiate schifezze che vi fanno male!!”, ma i panini di NY non possono certo definirsi così!
Siamo partiti promettendo a noi stessi di non mangiare panini per 9 giorni di fila, ma una volta atterrati a Newark ci siamo accorti che non sarebbe stato affatto facile essere fedeli alla nostra promessa.

Al primo posto mi è rimasto nel cuore il mega panino di TGI Fridays di Times Square.
Quando cammini per strada sei bersagliato di mille odori ed è difficile orientarsi quindi ogni scelta comporta un rischio.
Entriamo in questo locale e ci viene dato un menu con immagini davvero invitanti

IMG-20140814-WA0051

Io mi butto su un bel Stacked Burger doppio strato, mentre il mio ragazzo prova la baffa di carne e gamberi fritti.
Intanto nel tavolo di fianco al nostro arrivano i piatti e rimaniamo sbalorditi nel notare che in questo posto i piatti sono meglio delle foto del menu!

20140814_132019

 

baffa-carne-newyork

Il risultato estremamente positivo. Avete visto la foto del panino? Sono riuscita a mangiarlo tutto, la carne si scioglieva in bocca ed aveva un sapore davvero ottimo ed il panino non era per nulla pesante anzi quasi non si sentiva. Il formaggio cheddar il protagonista indiscusso ed ha reso tutto filante, uno, sugoso… insomma davvero una delizia.
Per non parlare dell’altro piatto, la panatura dei gamberi era saporitissima e di così buone ne ho sentite davvero poche.
La carne cotta eccellentemente, mai mangiata una baffa con carne così tenera.
Un pranzo davvero ottimo che ci ha fatto iniziare la vacanza alla grande!

Pranzo a Little Italy
Devo ammetterlo, non eravamo molto convinti di mangiare italiano, i panini americani ci avevano talmente colpiti che rinunciare a mangiarli per una sosta cibo ci sembrava davvero uno spreco, ma d’altra parte non potevamo non provare uno dei famosi ristoranti.
Ecco il mio piatto, penne alla norma.

pranzo-littleitaly

Pranzo da Nathan’s Famouse
Locale consigliato dalla mia fedele Lonely Planet sulla 8th Ave, in realtà Nathan è famoso a Coney Island e si narra che qui nacque il primo hot dog.
Tutti panini invitanti, naturalmente only fat food, ma davvero ottimo. Le patatine fritte con il cheddar sciolto sopra ci hanno fatto impazzire nonostante la loro pesantezza…dopo averle mangiate per diverse ore non abbiamo avuto appetito, chissà come mai 🙂

IMG-20140818-WA001620140819_132818

Il vero street food in ogni angolo

IMG-20140813-WA0002

I carretti in ferro situati negli incroci più trafficati sono una caratteristica della città, li si vede tirare fuori fumanti hot dog e porgerli agli impiegati che hanno pochissimi minuti di pausa pranzo. Uomini e donne con elegantissimi completi che mangiano street food tra clacson e fumarole.

Diffidate del Mc Donald
amici già stati negli Stati Uniti ci avevano descritto un Mc Donald completamente diverso da quello italiano, molto gustoso con panini molto più grandi.
Così abbiamo provato e ne siamo rimasti davvero insoddisfatti. Carne senza sapore, cotta troppo, panini stopposi e patatine così unte da non riuscire a mangiarle. Quindi evitate questa catena perchè Nyc ha davvero molto di più da offrirvi. Un hot dog all’angolo per 3 dollari è di sicuro molto meglio.

20140812_211418

Locali dove il panino lo assembli tu!

20140818_193419

Non tutti gli accostamenti di ingredienti sono cosa a noi gradita e spesso fare l’ordinazione spiegando cosa togliere o aggiungere crea solo pasticci.
Ci sono alcuni locali dove scegli il tipo di carne che desideri mangiare, scegli il panino e poi nel prezzo è compreso un certo numero di ingredienti come cipolle e sale di vario tipo, tutto a parte in modo da permettere al cliente di farcire il panino a suo completo piacimento.
Non è una catena, un menu simile lo offre SubWay, ma questo era un locale tipicamente americano.
Uno di quelli con i grandi tavoli, le panche rivestite in pelle bordeaux e la cameriera con il grembiule a righe molto molto gentile.
Mi sembrava di essere in uno dei bar del film Grease!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 27 gennaio 2015 da in Viaggi America.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: