Viaggi di Elena

È ben difficile, in geografia come in morale, capire il mondo senza uscire di casa propria. (Voltaire)

Bologna la rossa

Tre sono i nomi che associano a Bologna:
la dotta perchè abbiamo l’università più antica del mondo occidentale, poi la grassa perchè a noi piace mangiare benissimo e per finire la rossa perchè è il colore caratteristico delle case del centro storico.

Sono convinta che la neve renda tutto più bello.
Le belle giornate a Bologna non capitano spesso, e per belle intendo sole e cielo terso e non nuvole, foschia, nebbia… come molto spesso accade.
Un sabato sera di febbraio 2012, inizia a nevicare e piano piano le strade diventano bianche e tutta la città si fa silenziosa, è questo il momento in cui amo passeggiare per il centro di Bologna, quando nevica e la sera della vigilia di Natale.
Percorrendo il ponte di Galliera in auto si vede tutta via Indipendenza bianca e deserta, i rami degli alberi hanno una folta chioma bianca e soffice e l’effetto che i portici hanno con la neve non si può descrivere a parole.

DSC_0092 DSC_0113
Via Dell’Indipendenza è la strada principale dello shopping bolognese, qui vicino troviamo il grande mercato della Piazzola in Piazza 8 Agosto.
Da qualche anno è partita una fantastica iniziativa, la zona a T pedonale nei giorni festivi.
La T comprende Via dell’Indipendenza e Via Ugo Bassi fino sotto le due torri e grazie a questa pedonalizzazione le vie si riempono di molti artisti di strada che attirano i passanti con spettacoli di ogni tipo; magia, musica, contorsionismo e molto altro ancora.
DSC_0165
DSC_0151
Ecco qui il Nettuno con la maschera per capelli in posa 😉
La fontana è in Piazza Maggiore, tra la Basilica di San Petronio ed il bellissimo comune bolognese, imponente domina la piazza in questa notte silenziosa.

DSC_0159
Le due torri di Bologna, forse il vero simbolo del centro storico.
La torre degli Asinelli e la Garisenda hanno una storia lunga e sono sopravvissute a incendi, fulmini, terremoti e guerre.

DSC_0238

Il mattino seguente il sole mi guida verso San Luca per vedere Bologna ed i colli tutti bianchi, erano anni che non capitava una nevicata perfetta.
Il portico che conduce alla Basilica è gremito di gente che si arrampica su per gli scalini a testa alta guardando il cielo, gli alberi e la natura così bianca.
Il Santuario di San Luca domina e protegge Bologna e in questa giornata chiara è possibile vedere molto lontano, ma non solo!
E’ un simbolo per tutti i Bolognesi, quando la vediamo sentiamo di essere tornati a casa.
A quanti bolognesi come a me sarà capitato dopo un viaggio, di trovarsi in autostrada e vedere da lontano comparire la cupola tra i colli e dire, siamo a casa! E magari mancano ancora 20 km, ma quella cupola, quella luce speciale è la luce di casa.

Il portico è circa 3.7 km e in 30 minuti, senza correre, si arriva in cima ed è una grande soddisfazione per un bolognese, ma anche per un turista che vede Bologna alle sue spalle allontanarsi e davanti a se vede grandi vallate.

 

DSC_0224 DSC_0236  DSC_0262 DSC_0279

Bologna è detta anche la grassa, ma di questo ve ne parlerò in un altro articolo.
Certo dopo esservi arrampicati sui colli vi consiglio una buonissima pizza da Vito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 5 dicembre 2014 da in Viaggi Italia con tag , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: