Viaggi di Elena

È ben difficile, in geografia come in morale, capire il mondo senza uscire di casa propria. (Voltaire)

Venezia e il suo CARNEVALE

IMG_20140222_112042

Ho sempre pensato che il carnevale di Venezia fosse una di quelle feste da vedere almeno una volta nella vita.
Ci sono andata con 4 amiche il 22 febbraio. Partenza da Bologna già vestite; tutte con abiti lunghi e luccicanti.
Il treno regionale delle 8.20 in due ore ci ha portato da campi soleggiati emiliani, a grigi ed umidi stradelli veneziani…diluviava.
Abbiamo contribuito attivamente alla pulizia delle strade di Venezia con i nostri lunghi abiti.
All’uscita dalla stazione di Santa Lucia veniamo salutate dal gruppo di accoglienza: una band di ragazzi vestiti di verde, piuttosto chiassosi e davvero bravi.

 

IMG_3311

Ci dirigiamo poi verso piazza S.Marco passeggiando tra bancarelle di maschere e mercato ortofrutticolo.
Sosta pipì ad un certo momento si rende più che necessaria, entriamo così in un bar, un’amica prende un caffè e noi ci dirigiamo verso la toilette quando il propietario ci ferma e ci dice : 1 caffè 1 bagno.
Bene prendiamo tutte un caffè 1.50 €, che ci costa comunque meno dei bagni pubblici …2€.
Fortunatamente smette di piovere e dopo una lunga passeggiata ci ritroviamo in piazza S.Marco.
Fino a li le uniche mascherate eravamo noi.
In piazza S.Marco, come al solito gremita di gente, sferzava un vento freddo e forte, che non ha però scoraggiato turisti e mascherati.
Abbiamo incontrato un simpatico uomo che dire che avesse la pelle d’oca è fargli un complimento, lui era Mitch Buchannon IL baywatch.
IMG_3353

 

 

 

20140222_135027   IMG_3341 IMG_3344  IMG_3363  IMG_3393

e maschere più belle sfilavano su questo palco, ma con triste sorpresa per me erano tutti stranieri! Russi, Tedeschi, Francesi, Inglesi…

Pochi coriandoli, poche bombolette rovina abiti rendevano l’atmosfera comunque festosa anche in una giornata cosi’ uggiosa.
Le maschere erano decisamente meno rispetto a quelle che mi immaginavo, ma quelle presenti erano bellissime; drappeggi colorati , lunghi strascichi, ombrellini ed acconciature ottocentesche.
IMG_3381
Tutto trasudava di un’aria carnevalesca e giocosa, anche i negozi di grandi marche erano in tema con la festa.
Ricordo il negozio di Stefanel, sulla vetrina una maschera adesiva bianca e la scritta era interamente formata da quadratini colorati in stile arlecchino.
I negozi di maschere e vetri di Murano si facevano la guerra: prezzi al ribasso.
Maschere bellissime in vetrina facevano venire voglia di acquistarle tutte e riempirci i muri di casa.
Abbiamo fatto foto con quasi tutte le persone mascherate, ognuna di queste molto disponibile a farsi fotografare.
Passeggiamo poi come delle gran dame su e giu per i ponti, ci fotografa qualche turista, ed arriviamo al ponte di Rialto come al solito affollatissimo.
Una capatina di fronte al ponte dei sospiri salendo contro mano.
Arrivano le 3 del pomeriggio e comincia a piovere nuovamente, stanche e inzuppate decidiamo di ritornare verso la stazione entrando negli ultimi negozietti per portarci a casa qualche maschera da muro e qualche ciondolo di Murano.
Giornata piacevole direi da rifare magari quando ci sarà meno crisi e un pò più di sole, si sa tutte le cose viste con una luce diversa, sono molto più belle.

 

 

20140222_141858

Ed eccoci qui, NOI 4…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 11 novembre 2014 da in Viaggi Italia.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: