Viaggi di Elena

È ben difficile, in geografia come in morale, capire il mondo senza uscire di casa propria. (Voltaire)

Isola del Giglio

DSC_0034

Toscana, alla scoperta dell’Isola del Giglio.
Partiamo il mattino presto da Bologna, l’auto carica di tutto l’occorrente per 1 settimana al mare in appartamento e spiaggia libera.
Attraversiamo montagne bellissime ed immensi campi di girasoli.
Il viaggio sembra quasi volare e ci ritroviamo a Porto S.Stefano a lasciare la nostra macchina in un parcheggio per 1 settimana.
L’isola è piccola e pensiamo che sia meglio girarla con i mezzi che forniscono gli isolani: autobus motorini ecc.
Ci imbarchiamo sul traghetto ed in 40 minuti siamo a Giglio Porto.

Il nostro appartamento si trova a Campese, dall’altra parte dell’Isola, quindi prendiamo l’autobus e in un’altra mezzora arriviamo.
Il comprensorio di case è grandissimo e si inerpica su per la montagna.
Buttiamo le valigie in corridoio, ci cambiamo e corriamo in spiaggia a piantare l’ombrellone.
La spiaggia libera è piccolina ma poco male perchè non eravamo in tanti.
L’acqua è limpidissima, pulita e gelida.

L’isola è piena di calette tranquille come Cala Allume.

Il sentiero in 1 ora porta in cima ad una montagna e poi da li si scorge una ringhiera e sotto il mare.
Da li altri 20 minuti di discesa questa volta, non è un vero e proprio sentiero, ma con le scarpe chiuse è affrontabilissimo.
La spiaggia giù è di sassi e molto piccola, tanto che piantare l’ombrellone per non scottarci è stata davvero un’impresa.
Sono poche le persone che si avventurano qui a piedi, giusto nel pomeriggio arrivano delle barche piene di persone che fanno un pollaio immenso disturbando tutti quelli che oziano beatamente sulla spiaggia.
Qui abbiamo trascorso una giornata veramente rilassante.
Abbiamo trovato anche i ricci di mare, bellissimi e per alcuni buonissimi (non per me)

DSC_0043 DSC_0044 DSC_0048 DSC_0074

DSC_0110

Ecco la veduta di Giglio Porto, lungo il sentiero che porta a una spiaggia : Cala delle Cannelle.
Qui la sabbia è bianca e sembra quasi di essere ai Caraibi e visto questa particolarita’ la spiaggia è leggermente più affollata.

DSC_0118 DSC_0121

Ecco la spiaggia di Campese ed in lontananza il faraglione.
Veduta di parte delle case di Campese.

DSC_0135

Giglio Castello

Giglio Castello, circondato da mura intervallate da tre torri.
Il panorama di giorno è straordinario, vedi l’isola a 180°.
E’ inoltre possibile salire su una delle torri, dove all’interno si trova un museo, e da li godere di un paesaggio ancora migliore, a 360°.
Di sera Giglio Castello è molto frequentata, ci sono alcuni locali, ma ciò che attira maggiormente sono i negozi tipici.

Gita al faraglione

DSC_0138 DSC_0139 DSC_0153 DSC_0163

Il percorso che porta al faraglione, merita una vista di sicuro.
Vedute dell’isola meravigliose, alla scoperta di nuove calette.Non tutte le calette si potevano visitare, alcune non erano agibili per via della Costa Concordia, immenso relitto adagiato sugli scogli vicino al porto.
Non ho messo nessuna foto in quanto questo terribile scenario lo abbiamo visto e rivisto in tutte le salse.

Vacanza molto bella in un’isola vicino a casa.
Voto 9

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 11 novembre 2014 da in Viaggi Italia.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: